sabato 31 maggio 2014

Nostalgia

Nei giardini meridionali
dove la luce risplende casta 
e il profumo di timo e di menta 
viene soffiato dalla brezza mattutina, 
qualcuno ha lasciato la sua ombra, 
per tornare a riprenderla 
nei momenti del suo scontento. 
Piovono grani di melograno 
in questi giardini e gli aranceti 
brillano di verde smeraldo e 
i frutti maturi sono piccoli soli palpitanti. 
Il ronzio delle api laboriose 
è l'unico suono che accompagna 
il battere allo scoglio del mare vicino.
A questo splendore, chi è partito 
ha lasciato la sua ombra 
per permetterle di giocare 
ancora con la natura antica,
ebbra del sole suo creatore. 
Da lontano si nasconde nel petto 
il ricordo struggente e il male 
che si sente è una piaga sanguinante 
al piede del soldato che marcia per 
la conquista del niente invincibile.
           Autore: Ivana Tata @tutti i diritti riservati






Posta un commento