sabato 25 ottobre 2014

Lascito

Volate di vento portano via, 
ad uno ad uno, i petali 
delle mie rose, senza le vesti 
esse perdono la loro grazia. 
La favola della rosa è finita, 
... brutalmente, 
come certe vite straordinarie, 
come alcuni amori meravigliosi. 
Vento nemico ha rapito 
la chioma dell'essere sognante, 
non ha lasciato al sole scaldare, 
un attimo in più, le povere piume. 
Dritto e inflessibile è l'occhio 
con cui ci guardano e colpiscono, 
la vita non è infinita, 
attraverso vari domani 
scorre e si perde la nostra presenza 
e a volte si rompe nel momento più bello.
Allora addio alle strofe cantate, 
ritmate senza esperienza e cullate 
per la nostra aspirazione di realtà. 
Addio al nostro correre ambizioso 
verso la gloria dell'abbondanza. 
Addio a quella passione che, furtiva, 
ruba la linfa dell'anima e 
in così poco tempo, la beve tutta.
Appena conquistata, la pienezza 
viene recisa, tagliata con sgarbo.
Comunque resta l'aura di bella meraviglia 
al posto che quella vita ha lasciato.
            Autore: Ivana Tata @tutti i diritti riservati 




      Otis  Redding è morto a soli 26 anni in un incidente aereo, una di quelle vite spezzate
 dal destino e questo brano è il suo lascito composto e registrato il giorno prima di morire.

Posta un commento