lunedì 29 agosto 2016

Ansia

Tra automobili, lampioni 
e persone veloci 
scorre questa vita. 
Tra palazzi, vetrine 
e scale mobili 
si perde questa esistenza. 
Da questa finestra osservo
e indago tra città e luna 
la cosa che viene trasmessa 
da uomo a uomo, 
rimbalza e supera la rete, 
non atterra mai. 
Non la vedo ma la sento,
respira la sua frustrazione, 
sbuffa la sua prepotenza. 
Non la sento ma la vedo, 
pregna di preghiere inutili, 
porta in spalla la sua ombra 
e risponde al nulla che la 
cura con lucida fermezza 
di appassita necessità. 
Autore:Ivana Tata @tutti i diritti risrvati lg.633/1941



Posta un commento