sabato 8 agosto 2015

Niente è troppo grande per morire

C'era attesa nella sera 
che copriva con timore 
la casa degli amori. 
Il silenzio era speciale, 
teso come corda di violino. 
Il tempo era fermo 
a prima della creazione 
e fuori una luna gelida 
spiava due anime bianche 
che custodivano l'armonia 
che a goccia a goccia 
si perdeva sul pavimento. 
Niente è troppo grande per morire? 
Sospesi tutti i battiti e 
tutti i respiri si ripristinano 
le immagini dei ricordi lontani 
sugli scaffali della mente 
così da tenerli sempre in ordine,
anche se non se ne ha voglia. 
Niente è tanto grande da non morire 
e quando lo spettacolo si racchiude 
nell'eco che rimbomba nel nero 
lasciamolo andare col vento di notte.
     Autore: Ivana Tata @tutti i diritti riservati




Posta un commento