mercoledì 19 agosto 2015

Città deserta

Le strade della città 
deserte, malinconiche 
quando la vacanza è giunta, 
mi tengono ostaggio 
di un umore malsano 
e rimpiccioliscono la veduta, 
così che tutto si concentra 
là dove fa male. 
Le serrande abbassate dei negozi 
evitano al mio sguardo ricreazione 
e zittiscono la mia fantasia. 
Cammino e respiro silenzio, 
un silenzio che si fa pensiero 
sui portoni chiusi 
e sulle vetrine spente che 
finalmente possono guardarsi 
e non essere guardate. 
Si nasconde qualcosa dietro 
questo silenzio? 
Serve ad avvicinare al mio io 
la pistola che spara luce 
e illumina la sua conoscenza. 
  Autore: Ivana Tata @tutti i diritti riservati 



Posta un commento