domenica 14 febbraio 2016

Lettera d'amore

Vorrei parlarti non con parole scucite, 
un gorgogliare di ruscello 
che scende dall'alto monte, 
un frusciare di farfalle che assieme 
si alzano nell'aria tersa, vorrei 
così che fosse la mia voce, 
affinché la mia passione ti arrivi 
al cuore, morbida e sincera. 
Tutti i riflessi che il sole 
getta sulle acque del lago blu 
sono miei e con essi io
accenderò il nostro amore. 
Ascolto ogni tuo respiro e voglio 
rispondere ad ognuno. 
Guardami e scopri cosa c'è 
oltre i miei occhi ardenti. 
Attraverso le finestre aperte 
della mia anima potrai vedere
i moti soavi che vi imperversano, 
accettali senza giudicarli essi 
si piegheranno al tuo saluto, 
tu sarai il mio mentore 
e insieme entreremo 
là dove c'è magnificenza. 
Autore:Ivana Tata @tutti i diritti riservati lg.633/1941 


Posta un commento