lunedì 6 luglio 2015

Grecia

La calura brucia le gomme 
della moto che fugge sull'asfalto, 
alberi faticano a vivere 
sul terreno bruciato e crepato 
e uomini gridano con la testa fasciata 
dai ricordi di un'antica democrazia. 
Da un'altra Europa rigide voci rifiutano; 
è il digiuno che vi salverà, 
non nutrite la rabbia e pazientate; 
ma i sommi filosofi non hanno 
più pazienza ed esigono rispetto.
Sulle isole piene di sole, 
circondate da un mare sacro, 
solcato a lungo da eroi indomiti, 
volano uccelli con ali d'angelo. 
Chi li ha mandati? 
Porteranno nuova storia 
o elementi di tragedia? 
Ora siamo nella prefazione, 
dopo sarà la natura a 
sorpassare l'idolatria 
e ciò che resterà 
sarà un uomo nuovo per 
una terra vecchia e stanca.
 Autore:Ivana Tata @tutti i diritti riservati 



Posta un commento